RICERCA

SALVA

GreenItaly 2014

Qualità, innovazione e sostenibilità sono l’anima del nuovo made in Italy I Quaderni di Symbola - 04 Nov 2014

La ricerca sulla green economy italiana, a cura di Symbola e Unioncamere.

Condividi su

Premessa

 La vita non è aspettare che passi la tempesta,
ma imparare a danzare sotto la pioggia

Mahatma Gandhi

Più di un’impresa su cinque dall’inizio della crisi ha scommesso su innovazione, ricerca, conoscenza, qualità e bellezza, sulla green economy. Sono infatti 341.500 le aziende italiane (circa il 22%) dell’industria e dei servizi con dipendenti che dal 2008 hanno investito, o lo faranno quest’anno, in tecnologie green. Un orientamento che si rivela strategico, tanto che proprio alla nostra green economy si devono 101 miliardi di euro di valore aggiunto, pari al 10,2% dell’economia nazionale, esclusa la componente imputabile al sommerso. Oltre alla ricchezza l’economia verde produce anche lavoro: già oggi in Italia ci sono 3 milioni di green jobs, ossia occupati che applicano competenze ‘verdi’. Una cifra di tutto rispetto destinata a salire ancora nel corso del 2014. Dalle realtà della green Italy infatti arriveranno quest’anno 234 mila assunzioni legate a competenze green.
Sono alcuni dati di GreenItaly 2014, il rapporto annuale di Unioncamere e Fondazione Symbola.

Organizzazioni

Indice dei contenuti

0. Prefazione
1. Politiche internazionali
2. Numeri di GreenItaly
2.1 Eco-efficienza del made in Italy
2.1.1 Eco-efficienza dell’Europa e spread green dell’Italia
2.1.2 L’evoluzione green dell’industria manifatturiera italiana
2.2 Eco-investimenti e competitività del made in Italy
2.2.1 Industria e servizi scommettono su efficienza e sostenibilità
2.2.2 La geografia delle imprese green
2.2.3 Strategie competitive e orientamenti green delle imprese
2.2.4 L’impatto degli investimenti green sulle performance aziendali: export, innovazione e fatturato
2.2.5 La domanda di lavoro delle imprese green
2.3 Verso un green life style: il paradigma percettivo dei consumatori intorno al green
2.4 Green economy e valore aggiunto nazionale
2.5 Mondo del lavoro e green economy: i green jobs
2.5.1 La dimensione complessiva dell’occupazione green in Italia
2.5.2 La domanda di green jobs delle imprese industriali e dei servizi
2.5.3 Geografia dei green jobs
2.5.4 I green jobs come leva per l’innovazione e la competitività
2.5.5 Il disallineamento tra domanda e offerta di green jobs
2.5.6 Alcune professioni a maggior sviluppo di competenze green
2.5.7 Formazione e orientamento ai green jobs
2.6 Network per lo sviluppo delle green technology
2.6.1 Reti green di imprese
2.6.2 Interrelazioni fra settori nell’ambito dei contratti di rete green
Focus 1. Agricoltura e green economy
Focus 2. Start-up e green economy
3. Geografie di GreenItaly
3.1 Agroalimentare
3.2 Manifatturiero
3.2.1 Concia
3.2.2 Automotive
3.2.3 Chimica
3.2.4 Tessile – Abbigliamento
3.2.5 Meccanica
3.2.6 Cartario
3.2.7 Legno – Arredo
3.3 Edilizia
3.4 Fonti rinnovabili di energia
3.5 Il sistema italiano del riciclo
3.5.1 Recupero e riciclo da rifiuti urbani e industriali
3.5.2 Le dimensione economica dell’industria del riciclo
3.5.3 Benefici ambientali del riciclo
3.5.4 La filiera dei pneumatici fuori uso. Il caso Ecopneus

Ricevi storie di qualità nella tua email