RICERCA

SALVA

Coesione è Competizione 2021

Nuove geografie della produzione di valore in Italia I Quaderni di Symbola - 18 Giu 2021
Condividi su

Premessa

“Il lavoro più bello dell’uomo è il lavoro di unire gli uomini.”
Antoine de Saint-Exupéry

“La gioia nel lavoro, oggi negata al più gran numero di lavoratori
dell’industria moderna, potrà finalmente tornare a scaturire quando
il lavoratore comprenderà che il suo sforzo, la sua fatica, il suo sacrificio
— che pur sempre sarà sacrificio – è materialmente e spiritualmente
legato a una entità nobile e umana che egli è in grado di percepire, misurare,
controllare, poiché il suo lavoro servirà a potenziare quella Comunità,
reale, tangibile, laddove egli e i suoi figli hanno vita, legami, interessi.”
Adriano Olivetti

“Quando diciamo che nulla sarà come prima sappiamo che
il cambiamento è già in atto. Ed è veloce. Sono cambiati gli stili di vita;
le sensibilità delle persone. Alle domande relative alla sicurezza del proprio
futuro, al lavoro, alla casa, si affiancano le preoccupazioni per la salute,
per la vivibilità e la sostenibilità ambientale. E, inevitabilmente, cambiano
le priorità nelle agende della politica e dell’economia globale.”
Sergio Mattarella

 

E se la storia dovesse ripetersi? A quanto pare circa un milione di anni fa i nostri antenati, a causa di repentini cambiamenti climatici, dovettero sviluppare inedite capacità relazionali per procurarsi cibo a sufficienza e competere con predatori molto più grandi di loro. Un meccanismo che per la prima volta selezionò non tanto gli individui più forti, ma quelli più cooperativi. Anche oggi in epoca di grandi sconvolgimenti climatici, sociali ed economici, questa capacità tutta umana di cooperare e costruire comunità che condividono idee, informazioni, esperienze e valori può rappresentare una strategia potente per superare le crisi dei nostri tempi.
Ce ne siamo resi conto in questi mesi di lotta al Covid-19. Grazie alla collaborazione di tanti ricercatori di così tanti Paesi concentrati contemporaneamente su un unico obiettivo, rendendo disponibili a tutti studi, ricerche e centinaia di sequenze genetiche virali su piattaforme online con mesi di anticipo rispetto alla loro pubblicazione su riviste scientifiche,2 siamo riusciti a raggiungere un risultato che ha dello straordinario: avere dei vaccini a poco più di un anno dall’individuazione del virus. Grazie alla collaborazione di tante associazioni del terzo settore, all’impegno dei volontari e alla solidarietà di migliaia di cittadini e imprese siamo riusciti a ridurre in parte, ma non arginare, l’urto della crisi sulle vecchie e le nuove povertà. Abbiamo adesso bisogno di mettere in campo la stessa energia per affrontare le crisi climatica ed economica in corso, per rendere le nostre società più “a misura d’uomo” come ci ricorda il Manifesto di Assisi promosso dalla Fondazione Symbola e dal Sacro Convento di Assisi3. Ha fatto dunque bene l’Unione Europea ad indirizzare le risorse del Next Generation EU e larga parte del bilancio comunitario 2021-2027 per mettere in sicurezza le comunità e rilanciare l’economia, puntando sul rapporto tra coesione-inclusione, transizione verde e digitale, con l’obiettivo dichiarato di azzerare le emissioni nette di CO2 entro il 2050 e creare un’economia che non lasci indietro nessuno.
Una sfida di enorme portata che richiede il contributo e la collaborazione delle migliori energie imprenditoriali, istituzionali, politiche, sociali, culturali, come evidenzia anche quest’anno il rapporto Coesione è Competizione promosso da Fondazione Symbola, Intesa Sanpaolo e Unioncamere, per superare la profonda crisi economica mondiale che stiamo ancora attraversando: nel 2020, secondo le statistiche dell’ILO (International Labour Organization), oltre 114 milioni di persone nel mondo hanno perso il posto di lavoro, circa un milione secondo l’Istat nel nostro Paese.
In questo contesto la coesione rappresenta per le imprese un’occasione per accrescere il senso di appartenenza e soddisfazione di vita dei propri dipendenti (nel 2020 le erogazioni di welfare sulla base di contrattazione sindacale sono cresciute del 19,5%), per rafforzare le relazioni di filiera e distrettuali (le imprese ricadenti nei distretti secondo il monitor di Intesa Sanpaolo negli ultimi anni hanno visto crescere la produttività più delle imprese non distrettuali), ma anche per competere in un mercato che premia sempre di più gli atteggiamenti virtuosi. Sul versante degli investimenti, crescono quelli diretti verso aziende che dimostrano attenzione alla dimensione sociale e ambientale; crescono anche lato consumi, laddove appunto i consumatori, votando con il portafoglio o con i click, scelgono sempre più consapevolmente prodotti rispettosi dell’uomo e dell’ambiente e talvolta con il crowdfunding supportano le aziende più sostenibili. La coesione, come dimostra l’indagine condotta da Ipsos e i cui risultati sono presentati nel capitolo 4, insieme alla sostenibilità, incrocia sempre di più nella percezione dei cittadini il tema della qualità. Già oggi due italiani su tre sono disposti a riconoscere, alle imprese che hanno atteggiamenti coesivi, un premium price sui prodotti e servizi offerti. Un differenziale di prezzo che in media è del 10% in più a favore delle imprese coesive.

Ma cosa vuol dire essere imprese coesive? Quali i punti di forza?

Nella ricerca alcuni esempi concreti.

Organizzazioni

Indice dei contenuti

0. PREMESSA 6

1. COESIONE È COMPETIZIONE. UN’ECONOMIA PIÙ A MISURA D’UOMO 14

2. IMPRESE COESIVE E NUOVA GRAMMATICA DEL VALORE 26

3. IMPRESE COESIVE IN NUMERI 50

4. COESIONE E IMPRESE NELLA PERCEZIONE DELLA CITTADINANZA 88

5. STORIE 110

Ricevi storie di qualità nella tua email

Rubriche e collane correlate

A cura di: Redazione

Approfondimenti correlati

Storie

VENCHI

Redazione

04 Ott 2021

Durante la pandemia, lo storico marchio di cioccolato italiano Venchi, ha creato un canale apposito per i rivenditori dell'azienda per migliorare l'accesso al credito e ai finanziamenti in tempi rapidi. Sostenuto da Intesa San Paolo, si è rivelato un ottimo strumento per contrastare e superare la crisi.

Storie

NOBERASCO

Redazione

04 Ott 2021

In partnership con Coldiretti e Bonifiche Ferraresi, NOBERASCO, leader nel mercato della frutta secca e disidratata, riscopre e crea nuove filiere - dalle arachidi alle mandorle - delle eccellenze made in Italy.

Storie

LOCCIONI

Redazione

04 Ott 2021

I sistemi hi-tech Loccioni hanno conquistato vari settori; il valore aggiunto dell'impresa sta coinvolgere attorno a un progetto persone di età e know how differenti, così da creare possibilità di sviluppo e contaminazioni. Studenti con manager, collaboratori con formatori e clienti, tutti uniti da un obiettivo comune, che mira all’innovazione e ad accresce il sapere reciproco.

Storie

LAGO

Redazione

04 Ott 2021

LAGO crea assieme ai suoi clienti i valori dell'azienda. Entrando direttamente in contatto con la community - che conta oltre un milione e mezzo di followers - l'ente va di pari passo con le esigenze del pubblico, determinando una base valoriale comune, fatta di prodotti e processi di qualità e sostenibilità.

Storie

IMA

Redazione

04 Ott 2021

Il percorso di IMA si rivela virtuoso per l'intesa instaurata con le aziende fornitrici: il rapporto che si crea è similare a quello fra partner, innescando un modello aziendale stabile, sinergico e maggiormente competitivo.

Storie

HONDA ITALIA

Redazione

04 Ott 2021

HONDA ITALIA offre un'azione di ascolto e dialogo costante, di modo che qualsiasi dipendente - al netto delle cariche interne - possa proporre idee e progetti da sviluppare collettivamente. Ciò contribuisce a sviluppare l’impresa, secondo un'ottica coesa e innovativa e, soprattutto, in termini di processi e sicurezza.

Storie

FALCK RENEWABLES

Redazione

04 Ott 2021

Falck RENEWABLES offre un programma di sviluppo sociale: unisce gli abitanti dei luoghi in cui giacciono gli stabilimenti Falck con le persone della stessa azienda, interagendo mediante processi di formazione ed educazione improntati sulla sostenibilità e sulla protezione dell’ambiente, favorendo il lavoro locale e diffondendo modelli di cittadinanza attiva.

Storie

ENEL

Redazione

04 Ott 2021

ENEL, il più grande operatore privato al mondo nel settore delle rinnovabili, ha creato una rete estesa e mondiale per la ricerca scientifica, dando vita a una vera e propria comunità che unisca tutti i poli dell’innovazione sostenibile.

Storie

EDINNOVA

Redazione

04 Ott 2021

EDDINOVA, rete d'innovazione di edilizia bergamasca, ha creato un network - guidato da un comitato scientifico - in grado di stabilire obiettivi comuni di ricerca, compiendo attività di scouting per aggiornare la sua rete verso soluzioni più sostenibili e competitive.

Storie

E.R. WEB

Redazione

04 Ott 2021

E.R WEB, software house di Vercelli, assieme a Confartigianato Imprese Piemonte Orientale, ha sviluppato una piattaforma welfare capace di far dialogare il fine economico dell'azienda con la dimensione sociale dell'impresa.

Storie

COOP Lombardia

Redazione

04 Ott 2021

COOP Lombardia, assieme alle associazioni del terzo settore PizzAut e Alla3, ha realizzato il primo supermercato autism friendly. Inaugurato a settembre 2020, dentro lo store si trovano pittogrammi capaci di comunicare oltre il livello verbale, priorità di servizio per persone autistiche e i loro accompagnatori, e un personale appositamente formato. Tutto ciò rende il supermercato una best practice valoriale a piena inclusività.

Storie

Chiesi Farmaceutici

Redazione

04 Ott 2021

Il Codice di Interdipendenza - redatto assieme a fornitori e consociate (di tutto il mondo) - crea una nuova sinergia tra piccole filiere e big player farmaceutici, fissando obiettivi di crescita e standard qualitativi comuni da raggiungere, migliorando le performance sotto un'ottica di sostenibilità.

Storie

Cantina Arnaldo Caprai

Redazione

04 Ott 2021

Grazie alla collaborazione con la Caritas di Foligno, l'azienda agricola Caprai fornisce un lavoro regolare e stagionale ai migranti che sono interessati a svolgere un impiego viticolo, potenzialmente rinnovabile per l'anno a seguire. Oltre a essere un'azione di inclusività, è l'occasione per dimostrare l'inconsistenza dei pregiudizi sui richiedenti asilo che raggiungono il nostro Paese.

Da lineare a circolare

Opinioni

Da lineare a circolare

Paolo Venturi, Luca Gallotti, Andrea Baldazzini

23 Set 2021

Le comunità sono un valore aggiunto nello sviluppo di soluzioni di business rapide e sostenibili. Per questo motivo cittadini, imprese, terzo settore, mondo della ricerca e pubblica amministrazione sono sempre più vicini, superando i tradizionali confini a favore di una sinergia economica e sociale nel segno della sostenibilità.

Imprese coesive

Opinioni

Imprese coesive

Paolo Venturi, Andrea Baldazzini, Domenico Sturabotti

13 Set 2021

L'essenza di un'impresa coesiva è determinata da vari fattori. Si tratta quasi di un effetto puzzle, in cui ogni singolo tassello determina un sistema inclusivo, dove, oltre il valore economico, quello umano rende l'impresa più attrattiva e competitiva.

Da consumatore a prosumer

Opinioni

Da consumatore a prosumer

Daniela Ostidich, Domenico Sturabotti

13 Set 2021

Attraverso l'interconnessione digitale, il consumatore può essere un soggetto attivo capace di orientare le scelte e i modi della produzione. Dal settore fashion a quello agroalimentare, sempre più 'micro segmenti' di mercato si interfacciano direttamente con l'utente, al fine di ottimizzare i meccanismi verso un consumo più consapevole.

Da addetto ad associato

Opinioni

Da addetto ad associato

Luca Gallotti, Domenico Sturabotti

13 Set 2021

Le attuali transizioni stanno spingendo le imprese verso nuovi modelli organizzativi. L'azienda viene ora intesa come centro di aggregazione tra leadership e citizenship, favorendo un'ottica comunitaria tra ente e lavoratore per co-creare valore.

Da fornitore a partner

Opinioni

Da fornitore a partner

Luca Gallotti, Domenico Sturabotti

13 Set 2021

La crisi ha dato una spinta verso modelli circolari più compatti e coesi, evidenziando le criticità di un'economia lineare frammentata. Dal settore delle biciclette a quello delle lampadine, piccole imprese e big player stanno riconfigurando prodotti e servizi per creare ecosistemi più aperti e produttivi capaci di innescare competitività e qualità a livello internazionale.

Dal valore economico all’economia di valore

Opinioni

Dal valore economico all’economia di valore

Domenico Sturabotti

13 Set 2021

Il vocabolario della finanza si arricchisce di nuovi strumenti: dal credito bancario al green bond, dal crowdfunding al direct lending. Soluzioni sempre più adottate, capaci di restituire un nuovo valore all'economia, in grado di sviluppare una maggior sensibilità sociale e ambientale e di determinare un nuovo asset premiante nell'accesso dei mercati dei capitali.

Da spazi a luoghi

Opinioni

Da spazi a luoghi

Paolo Venturi

13 Set 2021

Lo spazio diventa luogo per accrescere il valore e la storia della produzione, in opposizione a un modello superato di filiere globali, che non ha resistito durante la pandemia. Dal mondo agroalimentare a quello della moda, questa nuova tendenza dimostra l'esigenza di autenticità e riappropriazione del territorio da parte della comunità.

Da close a open innovation

Opinioni

Da close a open innovation

Paolo Venturi, Andrea Baldazzini, Domenico Sturabotti

13 Set 2021

A livello di profittabilità, le imprese che adottano modelli di open innovation - hackaton, sinergie con l'università e il terzo settore - sviluppano modelli virtuosi, fatti di saperi e competenze trasversali che racchiudono vari segmenti economici. Unito a buone pratiche di gestione del personale, il livello di produttività ed efficienza raddoppia, accrescendone il valore.

Organizzazioni sempre più aperte e relazionali

Opinioni

Organizzazioni sempre più aperte e relazionali

Paolo Venturi

29 Lug 2021

Il presente, con l'attuale transizione tecnologica, ci deve spingere ad operare una trasformazione sociale più additiva e flessibile. Le comunità attive si rivelano essere un valore aggiunto in grado di imprimere velocità nello sviluppo di soluzioni economiche più coesive.

Coesione è competizione. Un’economia più a misura d’uomo

Opinioni

Coesione è competizione. Un’economia più a misura d’uomo

Paolo Venturi, Luca Gallotti, Domenico Sturabotti

29 Lug 2021

Nel cotesto europeo aggravato dalla pandemia si stanno imponendo nuovi modelli sostenibili, in grado di innescare relazioni anche attraverso l’utilizzo delle tecnologie emergenti e del digitale, per generare una maggiore coesione e un’economia più a misura d’uomo.

Eventi Correlati

Rassegna Stampa (11)

Comunicati Stampa (2)