Componente
Ordinario

Touring Club Italiano

Il Touring Club Italiano è una libera associazione senza scopo di lucro, che propone ai suoi soci – destinatari e attori della missione – di essere protagonisti di un grande compito: prendersi cura dell’Italia come bene comune perché sia più conosciuta, attrattiva, competitiva e accogliente, contribuendo a produrre conoscenza, a tutelare e valorizzare il paesaggio, il patrimonio artistico e culturale e le eccellenze economico produttive dei territori, attraverso il volontariato diffuso e una pratica del viaggio etica, responsabile e sostenibile.

Questa mission si concretizza in diverse attività che il Touring Club Italiano porta avanti – riattualizzandole costantemente – sin dalla sua istituzione, nel 1894. La produzione di conoscenza, che più caratterizza l’immagine esterna e storica del Touring attraverso la sua ampia offerta editoriale e cartografica, cartacea e digitale; la tutela e la valorizzazione del paesaggio, del patrimonio artistico e culturale e delle eccellenze economico-produttive dei territori, attraverso iniziative come le Bandiere Arancioni, un marchio di qualità turistico-ambientale assegnato a 230 borghi dell’entroterra che meglio hanno saputo conservare e promuovere la propria identità.

I soci Touring non sono solo destinatari delle attività dell’associazione ma anche protagonisti: con il progetto Aperti per Voi, infatti, i volontari hanno reso visitabili tutto l’anno, in modo costante e continuativo, luoghi di grande valore artistico, altrimenti chiusi (oltre 13,5 milioni i visitatori registrati dal 2005 a oggi), grazie all’impegno e al senso di appartenenza dei cittadini coinvolti, più di 2.100 in tutta Italia.

Sono evidenti, dunque, le ragioni che hanno spinto il Touring Club Italiano ad aderire alla Fondazione Symbola: crediamo infatti in uno sviluppo locale responsabile, sostenibile ed etico che parte dalle tante e diffuse qualità dei nostri territori.

 


 


 

www.touringclub.it

Ricerche Collegate

Articoli Collegati

28 Lug 2020

Il cammino 36, che si estende per oltre 2000 km in Europa, arriva a Roma dopo aver percorso 1044 km in Italia, partendo dal valico del San Bernardo.

28 Lug 2020

Il cammino 25, lungo 600 km di cui 388 in Italia, nasce come strada militare voluta dall’Imperatore Augusto per connettere la Pianura Padana alla Baviera, attraverso le Alpi.

28 Lug 2020

Il cammino 44 è una variante italiana del Cammino di Santiago lunga 130 km che attraversa l’intera Valle dell’Adige, da est a ovest.