Storie

SALVA

Università di Venezia IUAV | Laboratorio di Scienze delle Costruzioni LabSCo

Nato nella prima metà del '900, continua tutt'oggi le proprie attività laboratoriali il LabSCo della IUAV di Venezia. Attualmente riconosciuto a livello internazionale come un punto di riferimento nel settore del restauro, il Laboratorio ha anche svolto un ruolo determinante tra i cantieri di buona parte del patrimonio storico culturale italiano

17 Nov 2020

Redazione

Il LabSCo, Laboratorio di Scienza delle Costruzioni ha iniziato a operare nel campo delle prove sui materiali da costruzione alla fine degli anni ’40 e nel 1961 è diventato Laboratorio Ufficiale della Repubblica italiana. Ad oggi è un punto di riferimento nazionale ed internazionale per le prove di caratterizzazione meccanica su materiali innovativi, calcestruzzi e compositi fibrorinforzati – svolgendo anche controlli per conto del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici – e per il monitoraggio strutturale di edifici storici e contemporanei. Nel rapporto didattica-ricerca il LabSCo è promotore di scuole per la formazione sulle teorie e tecniche di monitoraggio. 

Attualmente il LabSCo partecipa alla definizione di nuovi standard internazionali per interventi di rinforzo strutturale con fibre naturali. Il LabSCo ha svolto numerosi interventi di diagnostica su architetture di valore storico-culturale, collaborando con il MiBACT. Tra le principali attività di controllo strutturale si segnalano: il monitoraggio statico e dinamico a lungo termine del Palazzo Ducale di Venezia e della Basilica di Santa Maria del Suffragio a l’Aquila; la verifica della vulnerabilità sismica della Certosa di San Lorenzo di Padula (SA) e del Castel Sant’Elmo a Napoli; le attività di diagnostica non-distruttiva e di identificazione dinamica propedeutiche al restauro della più iconica architettura di Venezia, il Ponte di Rialto. 

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Continua a leggere

Storie

Dalla lagunare Venezia alla Roma imperiale, passando per le macerie de L’Aquila, la Di Vincenzo Dino & C. ha dimostrato in oltre 70 anni di attività un alto livello di competenze sviluppato proprio nel settore del recupero e restauro.

17 Nov 2020

Storie

Ibix è il nome dell’azienda che è dietro la fornitura di tecnologie e prodotti utilizzati nei processi di recupero e restauro dei principali monumenti storici di quasi tutto il mondo: l’azienda emiliana ha contribuito al restauro delle principali icone capitoline di Francia, Italia e USA.

17 Nov 2020

Storie

Le attività del CNR sui Beni Culturali sono confluite dal 2019 nel ISPC. Con 7 sedi in tutta Italia e quasi 200 dipendenti provenienti dal mondo scientifico ed umanistico, l’Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale promuove le proprie ricerche e progetti anche nel settore del restauro.

17 Nov 2020

Storie

Gexcel sviluppa servizi per la diagnostica principalmente attraverso il sapiente uso della tecnologia laser. HERON e Reconstructor sono i nomi di due delle innovazioni che trovano valida applicazione nel mondo del restauro, come dimostrato per i rilievi del Tempio di Belen in Perù.

17 Nov 2020