Storie

SALVA

Università di Padova

L’arco delle attività di ricerca sulla mobilità elettrica svolte presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale va dai motori elettrici inseriti nelle ruote alla ricarica wireless dei veicoli elettrici.

08 Lug 2020 - Stampa

Dai motori elettrici inseriti nelle ruote alla ricarica wireless dei veicoli elettrici. È l’arco delle attività di ricerca sulla mobilità elettrica svolte presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Padova dal gruppo di ricerca diretto dal Prof. Giuseppe Buja (Mittleman Award for outstanding scientific contributions, Industrial Electronics Society of the Institute of Electrical and Electronic Engineers). Sono attività che hanno portato nel corso degli anni alla realizzazione di powertrain elettrici variamente strutturati nella sezione di trazione e di alimentazione (con batterie al litio e/o cella a combustibile e/o supercondensatori). E di caricabatteria capaci di eseguire servizi in favore della rete elettrica, incluse la cessione dell’energia immagazzinata nelle batterie dei veicoli elettrici (Vehicle to Grid, V2G) e operazioni di power quality. E, più di recente, di sistemi di ricarica wireless sia di tipo stazionario per veicoli elettrici parcheggiati che di tipo on-road per veicoli elettrici in moto lungo le strade. Le ricerche attuali sono centrate su quest’ultima tematica e sono tese da un lato verso lo sviluppo di soluzioni ad elevata efficienza e/o potenza per i sistemi wireless on-road e dall’altro verso l’integrazione dei sistemi wireless stazionari nell’impianto elettrico di casa (Vehicle to Home, V2H).

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Continua a leggere

10 Mag 2021

Porta avanti dal 2001 il progetto SardiNIA-ProgeNIA, una delle più complete analisi genetiche mai effettuate su una singola popolazione

10 Mag 2021

Leader mondiale nel settore della ventilazione polmonare, è l’unica azienda italiana produttrice di macchinari per ogni possibile ambito in cui sia richiesta la ventilazione assistita

Storie

10 Mag 2021

Interpreta e classifica le onde cerebrali generate dal movimento immaginato, attraverso un software basato sull’IA e grazie a sensori indossabili

10 Mag 2021

Ha ricostruito, con strutture polimeriche naturali nanofabbricate su cui sono state innestate le colture di microbiota intestinale, un modello che replica la generazione e l’evoluzione del microbiota intestinale umano