Storie

SALVA

Università degli Studi di Ferrara

La storia della città e dell'Università sono inevitabilmente intrecciate, e nel restauro vedono la loro celebrazione: l'Ateneo di Ferrara ha infatti avviato da tempo percorsi di alta formazione per accrescere le competenze dei futuri restauratori.

17 Nov 2020 - Redazione

Fondata nel 1391 da Alberto V d’Este, l’Università degli Studi di Ferrara è uno dei più antichi atenei al mondo. Tra le università italiane, inoltre, quella di Ferrara è sicuramente una delle più impegnate sul fronte della tutela del patrimonio storico, come dimostra la presenza, al suo interno, della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio, assoluta eccellenza per quanto riguarda la formazione dei futuri restauratori. Nel 2009 il Consorzio Ferrara Ricerche e il Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Ferrara hanno vinto il bando internazionale dell’Autorità Nazionale Palestinese per svolgere le indagini conoscitive propedeutiche all’intervento di restauro della Basilica della natività di Betlemme, luogo simbolo del Cristianesimo. 

Dopo una serie di analisi interdisciplinari, dalla tenuta sismica all’analisi dei materiali lignei e lapidei, è stato quindi presentato lo studio di fattibilità che ha dato il via al restauro dell’impresa italiana Piacenti, con la supervisione del team dell’Ateneo estense. Sempre dall’Università di Ferrara, poi, è arrivato anche uno degli ultimi studi italiani per quanto riguarda le applicazioni della microbiologia al mondo del restauro. Dopo aver analizzato l’intero sistema di microrganismi presenti nel dipinto Incoronazione della Vergine conservato nella Basilica di Santa Maria in Vado a Ferrara, un team di ricercatori dell’Università ha individuato tre ceppi di batteri che si sono dimostrati in grado di inibire la crescita dei funghi e dei batteri che danneggiavano il dipinto. Infine, insieme a Fassa Bortolo, l’Ateneo ha istituito il Premio Internazionale Domus Restauro e Conservazione, giunto alla VII edizione. 

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Continua a leggere

Storie

Dalla lagunare Venezia alla Roma imperiale, passando per le macerie de L’Aquila, la Di Vincenzo Dino & C. ha dimostrato in oltre 70 anni di attività un alto livello di competenze sviluppato proprio nel settore del recupero e restauro.

17 Nov 2020

Storie

Ibix è il nome dell’azienda che è dietro la fornitura di tecnologie e prodotti utilizzati nei processi di recupero e restauro dei principali monumenti storici di quasi tutto il mondo: l’azienda emiliana ha contribuito al restauro delle principali icone capitoline di Francia, Italia e USA.

17 Nov 2020

Storie

Gexcel sviluppa servizi per la diagnostica principalmente attraverso il sapiente uso della tecnologia laser. HERON e Reconstructor sono i nomi di due delle innovazioni che trovano valida applicazione nel mondo del restauro, come dimostrato per i rilievi del Tempio di Belen in Perù.

17 Nov 2020

Storie

Nel segno della qualità sono già oltre 18.000 gli edifici che in tutta Italia possono fregiarsi della certificazione CasaClima. Nel settore del restauro il certificato “CasaClima R” va a premiare quegli interventi che puntano all’efficientemento energetico, nel rispetto dell’identità originale degli edifici.

17 Nov 2020