Life Sciences

SALVA

Sibylla Biotech

La sua innovazione è basata su una piattaforma tecnologica che analizza la dinamica delle molecole e identifica nuovi target farmacologici per scoprire farmaci innovativi

10 Mag 2021

Redazione

Nata da un’interazione accademica tra due discipline spesso distanti come la biologia e la fisica, Sibylla Biotech è uno spin-off dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (INFN) e delle Università di Trento e Perugia. La sua innovazione è basata su una piattaforma tecnologica che, unendo materie come l’informatica avanzata, la biologia cellulare, la chimica, la fisica sub-nucleare e la farmacologia, analizza la dinamica delle molecole e identifica nuovi target farmacologici, per scoprire farmaci innovativi adatti ad una vasta gamma di patologie. La piattaforma si avvale di due metodologie uniche di cui Sibylla Biotech detiene la licenza esclusiva. La prima è PPI-FIT (Pharmacological Protein Inactivation by Folding Intermediate Targeting), che consente di agire sul folding, il processo biochimico che porta alla formazione delle strutture delle proteine all’interno delle cellule. Per far questo sarebbero necessarie simulazioni computazionali a livello dei singoli atomi che, anche con i computer più potenti al mondo, richiederebbero centinaia o migliaia di anni. Qui entra in gioco il Bias Functional Approach (BFA) che, utilizzando calcoli e modelli matematici pensati per la fisica quantistica, riesce ad accelerare di 10.000 volte le operazioni computazionali e in poche settimane trova le strutture della proteina su cui un farmaco può agire. Utilizzando questi metodi, Sibylla è riuscita a individuare 35 molecole, tra le 9000 analizzate, che potrebbero diventare farmaci per combattere il virus Sars-CoV-2.

Immagine di metamorworks (stock.adobe.com)

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Continua a leggere

Life Sciences Storie

Dalle piante e dalle erbe una storia di successo

10 Gen 2023

Life Sciences Storie

Ha brevettato Trabecular Titanium, un biomateriale che trova grande applicazione nell’ortopedia ricostruttiva

21 Ott 2022

Life Sciences Storie

L’azienda è stata protagonista del primo caso al mondo in cui un paziente leucemico è stato salvato dagli effetti collaterali della terapia con cellule Car-T.

20 Set 2022

Life Sciences Storie

Protagonista nel processo di digitalizzazione avanzato del sistema sanitario

12 Set 2022