Rassegna

SALVA

Rinascita delle aree interne, domani appuntamento Symbola-Fondazione Cariplo

AgCult

02 Set 2021 Redazione

SCARICA ARTICOLO COMPLETO

Rinascita delle aree interne, domani appuntamento Symbola-Fondazione Cariplo | AgCult

2.9.21-AgCult-Rinascita-delle-aree-interne-domani-appuntamento-Symbola-Fondazione.pdf - 417.21 Kb

AttivAree, è il Programma intersettoriale di Fondazione Cariplo nato nel 2016 per riattivare le aree interne dei territori in cui opera. I territori in cui si è svolto, le Valli Trompia e Sabbia in provincia di Brescia e l’Oltrepò Pavese, hanno portato avanti progetti di sviluppo territoriale sostenibile facendo leva sulle risorse delle comunità e valorizzando il patrimonio ambientale e culturale locale. Turismo, agricoltura, riqualificazione dei luoghi, ricerca scientifica, welfare sono i principali settori in cui si sono realizzati gli interventi. I territori hanno investito sulla trasformazione e sull’innovazione digitale per rilanciare le attività economiche e dare risposte a cittadini e imprese.

Quali suggestioni e insegnamenti possiamo ricavare dall’esperienza AttivAree? Se ne discute all’appuntamento del 3 settembre “La rinascita delle aree interne. Quali suggestioni dall’esperienza AttivAree?” in collaborazione con Fondazione Cariplo, con gli interventi di Fabio Renzi, segretario generale Fondazione Symbola; Giorgio Osti Università di Padova; Laura Aglio Digital strategist e consulente per il change management; Marco Bussone Presidente nazionale Uncem; Federica Corrado Politecnico di Torino e Presidente di Cipra Italia; Elena Jachia Direttrice Area Ambiente Fondazione Cariplo. Modera i lavori Giampiero Lupatelli Vicepresidente Caire, Comitato scientifico Fondazione Symbola.

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Organizzazioni

Eventi

Evento

Festival della Soft Economy e Seminario Estivo

1,2,3,7 SETTEMBRE 2021

Continua a leggere

16 Set 2021

Rinnovabili.it – Il Quotidiano sulla sostenibilità ambientale

15 Set 2021

Donna moderna | Anna Scarano

10 Set 2021

Corriere Torino | Paolo Verri