Storie

SALVA

Renner Italia

La storia di quest'azienda può considerarsi una delle best practice nel mondo della chimica industriale. Con un gruppo internazionale, alimentato con energie 100% green, Renner Italia produce vernici con un focus specifico su uno dei materiali più delicati nel mondo del restauro: il legno.

17 Nov 2020

Redazione

Quella di Renner Italia non è soltanto la storia di un’azienda leader nella produzione di vernici hi-tech per il legno, ma anche quella di un sogno imprenditoriale che ha saputo resistere alla crisi economica, uscendone addirittura rafforzata, puntando sull’innovazione. Oggi Renner investe il 3% del fatturato in ricerca a vanta oltre 6.000 formule sviluppate nel proprio laboratorio, in cui lavorano 58 ricercatori, che sviluppa 5 nuovi prodotti al giorno. Per continuare a realizzare soluzioni esteticamente evolute per la protezione del legno, la società controlla anche Renner Spagna, Renner UK, Renner France, Renner India e Renner Polska e serve 63 Paesi. Le vernici dell’azienda vengono impiegate su ogni tipo di legno e grazie alle loro caratteristiche si prestano a numerosi campi di applicazione, non ultimo il restauro, che richiede altissime prestazioni. 

Sono state scelte, ad esempio, per il restauro dell’Aula Magna Santa Lucia dell’Università di Bologna e della Moschea di Hassan II di Casablanca. Eretta sul mare, la moschea presentava fenomeni di degrado dovuti alla salsedine e agli agenti atmosferici, in particolare sui materiali lignei. Per questo sono state scelte le vernici Ultimate Protection UV+, che proteggono dai raggi UV, nutrono il legno, impediscono la proliferazione di muffe e risultano particolarmente resistenti all’acqua marina. Fortemente impegnata sul fronte ambientale, l’azienda produce in impianti alimentati al 100% da energia rinnovabile e ha ridotto del 95% le esalazioni di solvente dalle sue vernici, rendendole atossiche. 

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Continua a leggere

Storie

Dalla lagunare Venezia alla Roma imperiale, passando per le macerie de L’Aquila, la Di Vincenzo Dino & C. ha dimostrato in oltre 70 anni di attività un alto livello di competenze sviluppato proprio nel settore del recupero e restauro.

17 Nov 2020

Storie

Ibix è il nome dell’azienda che è dietro la fornitura di tecnologie e prodotti utilizzati nei processi di recupero e restauro dei principali monumenti storici di quasi tutto il mondo: l’azienda emiliana ha contribuito al restauro delle principali icone capitoline di Francia, Italia e USA.

17 Nov 2020

Storie

Le attività del CNR sui Beni Culturali sono confluite dal 2019 nel ISPC. Con 7 sedi in tutta Italia e quasi 200 dipendenti provenienti dal mondo scientifico ed umanistico, l’Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale promuove le proprie ricerche e progetti anche nel settore del restauro.

17 Nov 2020

Storie

Gexcel sviluppa servizi per la diagnostica principalmente attraverso il sapiente uso della tecnologia laser. HERON e Reconstructor sono i nomi di due delle innovazioni che trovano valida applicazione nel mondo del restauro, come dimostrato per i rilievi del Tempio di Belen in Perù.

17 Nov 2020