Storie

SALVA

Parco Archeologico di Paestum

Il Parco Archeologico di Paestum (SA) è una delle più spettacolari aree archeologiche d'Italia. Testimonianza del passato Magno Greco del Meridione, il Winckelmann lo definì come «le più antiche architetture conservate fuori l’Egitto».

17 Nov 2020

Redazione

Patrimonio UNESCO dal 1998, Paestum è una delle più importanti testimonianze della Magna Grecia. La quantità di reperti rinvenuti durante gli scavi, lo stato di conservazione dei templi, delle mura e del foro hanno permesso di ricostruire la storia dell’antica città di Poseidonia, dalla fondazione da parte di coloni greci alla conquista dei Lucani e al periodo romano. A conservare questo tesoro è il Parco Archeologico di Paestum e Velia, con competenze sul sito, sul museo e, da pochi mesi, sull’area archeologica di Velia. Oltre a conservare reperti mobili, il Parco ha recentemente ultimato importanti interventi presso il Tempio di Nettuno, che è stato restaurato, messo in sicurezza e disinfestato dalla vegetazione, e presso il Tempio di Atena, dove è stata realizzata, a seguito di mappatura delle superfici lapidee con schedatura dei singoli blocchi, la stuccatura delle fessurazioni nelle arenarie presenti per impedire infiltrazioni di acqua. 

Durante questi interventi il Parco ha permesso ai visitatori di assistere ai restauri, con la guida dei tecnici, in un’ottica di “restauro in vetrina”. Terminati gli interventi più urgenti, il Parco provvede oggi al restauro preventivo. Grazie a un ambizioso progetto in collaborazione con l’Università di Salerno, è in realizzazione un sistema di monitoraggio continuo tramite innovativi accelerometri sul tempio di Nettuno il cui dinamismo interno è seguito in tempo reale al fine di conoscere e prevenire le principali cause di dissesto. 

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Continua a leggere

Storie

Dalla lagunare Venezia alla Roma imperiale, passando per le macerie de L’Aquila, la Di Vincenzo Dino & C. ha dimostrato in oltre 70 anni di attività un alto livello di competenze sviluppato proprio nel settore del recupero e restauro.

17 Nov 2020

Storie

Ibix è il nome dell’azienda che è dietro la fornitura di tecnologie e prodotti utilizzati nei processi di recupero e restauro dei principali monumenti storici di quasi tutto il mondo: l’azienda emiliana ha contribuito al restauro delle principali icone capitoline di Francia, Italia e USA.

17 Nov 2020

Storie

Le attività del CNR sui Beni Culturali sono confluite dal 2019 nel ISPC. Con 7 sedi in tutta Italia e quasi 200 dipendenti provenienti dal mondo scientifico ed umanistico, l’Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale promuove le proprie ricerche e progetti anche nel settore del restauro.

17 Nov 2020

Storie

Gexcel sviluppa servizi per la diagnostica principalmente attraverso il sapiente uso della tecnologia laser. HERON e Reconstructor sono i nomi di due delle innovazioni che trovano valida applicazione nel mondo del restauro, come dimostrato per i rilievi del Tempio di Belen in Perù.

17 Nov 2020