Rassegna

SALVA

L’investimento a prova di verde da la carica al Made in Italy

Laura Cavestri, Ermete Realacci | Il Sole 24 Ore

05 Nov 2018 - Redazione

CONTINUA A LEGGERE

L'investimento a prova di verde da la carica al Made in Italy, Laura Cavestri, Ermete Realacci | Il Sole 24 Ore

dorsounito_1541407382.pdf - 724.83 Kb

Approvvigionarsi di energia “pulita”, investire in macchinari che consumano o inquinano poco, imparare a “riciclare” i propri rifiuti. Non è un capriccio per pochi. Ma un vero e proprio investimento. Che non rende solo sul medio-lungo periodo, ma fa maturare “dividendi” già nel breve termine. Lo dicono i numeri.

Chi ha investito nella cosiddetta green economy, negli ultimi anni, ha fatturato di più, esportato di più e assunto di più. Un antidoto contro la crisi prima, uno stimolo per agganciare e sostenere la ripresa poi. E anche un’arma in più per contrastare i mutamenti climatici, in linea con quanto indicato dal recente rapporto dell’Ipcc (Intergovernmental Panel on Climate Change). Questo dimostra di essere la green economy italiana, grazie a quelle aziende, un quarto del totale, che negli ultimi cinque anni hanno fatto investimenti green.

Questo racconta GreenItaly 2018: il 9° rapporto di Fondazione Symbola e Unioncamere – promosso in collaborazione con il Conai e Novamont, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e presentato qualche giorno fa a Roma – che misura e pesa la forza della green economy nazionale (oltre 200 best practice raccontate, grazie anche alla collaborazione di circa trenta esperti).

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Organizzazioni

Rubriche

A cura di: Redazione

Continua a leggere

19 Feb 2020

Guido Castelli | Huffingtonpost.it

18 Feb 2020

Lastampa.it

18 Feb 2020

Elisabetta Soglio | Buone Notizie – Corriere della Sera