Rassegna

SALVA

“Inclusione, green economy, innovazione. Tre obiettivi per l’Italia del futuro.” – Intervista a Ermete Realacci

Reputation Agency | Giuseppe De Paoli

26 Mar 2021 Redazione

2021.03.26_Reputationtoday_greeneconomy.pdf - 116.84 Kb

Ermete Realacci ha guidato, fin dall’esordio nel 1987, l’associazione Legambiente di cui è tuttora presidente onorario. Ha promosso e presiede Symbola la Fondazione composta da esponenti del mondo scientifico, culturale e imprenditoriale che operano per migliorare e far crescere l’Italia di Qualità. È stato presidente della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera dei Deputati. Con lui facciamo il punto sulla situazione del Paese oggi e sui passi necessari per uscire dalla crisi. l governo Draghi ha annunciato che una economia ambientalmente e socialmente sostenibile è tra le priorità del Paese. Lei quali provvedimenti si aspetta? Ora la priorità è utilizzare al meglio il recovery e far ripartire l’economia su basi nuove. Va detto che, per un insieme di concause, che non erano scontate, l’Europa sembra avere imboccato la strada giusta. Ha fatto una scelta impegnativa che indica chiaramente la direzione in cui andare.

Un’altra Ue da quella che Papa Francesco – in un discorso tenuto a Strasburgo nel 2014 – aveva definito in modo durissimo “vecchia e stanca’’, paragonandola addirittura ad una nonna sterile. La sensazione generale all’epoca era di una Europa in stand by. Poi per un insieme di concause, che non erano affatto scontate, anzi, l’UE ha cambiato passo.
In primis c’è stato il trauma della Brexit che è stato utile perché ha dato una scossa: forse la presenza della Gran Bretagna in Europa, almeno in questa fase, non avrebbe permesso l’accelerazione su ambiente e innovazione, che invece era necessaria. C’è stato il Cambio alla guida della Commissione, carica affidata a Ursula Von der Leyen che, già prima della Pandemia, aveva annunciato una serie di provvedimenti importanti e aveva assunto, con grande determinazione, l’obiettivo della Transizione verde e il contrasto della crisi climatica, come uno dei pilastri della politica Ue.

Infine l’emergenza Pandemica di fronte alla quale l’Ue ha indicato le tre priorità che sono valide anche per l’Italia e cioè la coesione-inclusione (nella quale rientra anche il discorso sanità), la transizione verde, il digitale e l’Innovazione. Su questi obiettivi l’Ue ha investito molte risorse.

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Persone

user Ermete realacci

Presidente Fondazione Symbola

Organizzazioni

Continua a leggere

19 Ott 2021

Buone Notizie – Corriere della Sera | Ermete Realacci

13 Ott 2021

Donna Moderna | Isabella Colombo

13 Ott 2021

Donna Moderna | Isabella Colombo

11 Ott 2021

Corriere della Sera – Economia | Barbara Millucci