Opinioni

SALVA

VIDEO – “Manifesto di Assisi: un’economia a misura d’uomo contro la crisi. Il mondo dell’acciaio nella sfida della green economy”. Al Symbola Talk “L’Italia che verrà” di giovedì 25 giugno l’ospite è Giuseppe Pasini

Nell'ottava puntata il presidente Ermete Realacci dialoga con Giuseppe Pasini, presidente Gruppo Feralpi, sul Manifesto dei Assisi e il mondo dell'acciaio nella sfida della green economy.

22 Giu 2020

Redazione

Per la rubrica Symbola Talks  “L’Italia che verrà”il presidente Symbola Ermete Realacci dialoga con il presidente Gruppo Feralpi, Gisueppe Pasini, di “Manifesto di Assisi: un’economia a misura d’uomo contro la crisi. Il mondo dell’acciaio nella sfida della green economy”.Chi è l’ospite

Giuseppe Pasini nasce a Odolo, in provincia di Brescia, il 17 agosto 1961. Dopo il diploma di perito Industriale, a 21 anni affianca il padre Carlo nell’azienda di famiglia, la Feralpi SpA, uno dei maggiori produttori di acciaio europei (1500 dipendenti e 1,3 miliardi di fatturato) di cui oggi è presidente. Nel 2013 diventa vice presidente AIB (Associazione Industriale Bresciana) con delega all’Ambiente, Sicurezza e Responsabilità Sociale. Già presidente di Federacciai e di Confindustria Metalli e coordinatore del Tavolo tecnico Energia di Confindustria, oggi è presidente degli industriali bresciani.

Perché è importante seguire questo Symbola Talk

Pasini guida gli industriali in una delle aree italiane a maggiore densità di imprese. Lo fa nella migliore tradizione del made in Italy con grande “sensibilità all’impatto dell’impresa nei confronti della comunità di riferimento e per la capacità di favorire la crescita della propria impresa con programmi continuativi e coerenti di sostegno e sviluppo alla cultura, all’arte, all’ambiente e al sociale”, come recitano le motivazioni del premio “Imprenditore dell’Anno” conferitogli da Ernst & Young (anno 2006, categoria “Quality of Life”). Una interpretazione del modo di produrre legata al territorio e alla comunità che è fondamentale per rialzarsi, nessuno escluso, dallo shock della pandemia, in linea con il Manifesto di Assisi.

Perché è importante firmare il Manifesto di Assisi?
Sono oltre tremila le persone che lo hanno già fatto. Lo hanno fatto impegnandosi a lavorare al comune obiettivo di un’economia più giusta, che punti sulla qualità, la sostenibilità, che sia a misura d’uomo e non lasci indietro nessuno. 

 

Firma anche tu il Manifesto di Assisi per unirti al nostro appello.

Il Talk sarà disponibile in questa pagina o sul nostro canale Youtube.

Iscriviti per ricevere una notifica e non perdere i prossimi appuntamenti.

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Persone

Rubriche

A cura di: Ermete Realacci

Continua a leggere

15 Ago 2021

Coesione è competizione. Nuove geografie della produzione del valore in Italia

Opinioni

Affrontare con coraggio la crisi climatica permette anche di avere una società e una economia a misura d’uomo. E l’Italia può giocare la partita del #RecoveryFund da protagonista.

21 Set 2020

Opinioni

Nella tredicesima puntata de “L’Italia che verrà” il presidente Ermete Realacci dialoga con Giorgio Vittadini, Fondatore e  Presidente Fondazione per la sussidiarietà, su “Manifesto di Assisi. Sussidiarietà e sostenibilità”.

05 Ago 2020

Opinioni

Nella dodicesima puntata de “L’Italia che verrà” il presidente Ermete Realacci dialoga con Vincenzo Manes, Presidente e fondatore di Dynamo Camp e Presidente di Intek Group, sul ruolo delle imprese per la coesione sociale e il futuro dell’Italia, a partire dal Manifesto di Assisi.

27 Lug 2020