Storie

SALVA

Fondazione Centro Conservazione e Restauro dei Beni Culturali “La Venaria Reale”

Nella delicata fase diagnostica delle opere da restaurare, la Fondazione Centro Conservazione e Restauro dei Beni Culturali “La Venaria Reale” ha adottato le migliori tecnologie e sviluppato una serie di competenze che, tramite l'esperienza diretta nei propri laboratori scientifici, trasmette agli studenti della propria Scuola di Alta Formazione.

17 Nov 2020 - Redazione

Tra i principali poli del restauro in Italia, il Centro Conservazione e Restauro dei Beni Culturali “La Venaria Reale” nasce nel 2005 ed ha sede nelle ex Scuderie e Maneggio della Reggia di Venaria. Il Centro è dotato di laboratori per il restauro su qualsiasi tipo di materiali, laboratori scientifici per la ricerca, gestisce la Scuola di Alta Formazione e Studio e, in convenzione con l’Università degli Studi di Torino, è sede del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali. Tra le principali attività di ricerca condotte in questi anni, di particolare impatto è stato il progetto neu_ART, grazie al quale il Centro si è dotato di un innovativo apparato radiotomografico in grado di effettuare radiografie e TAC su oggetti di grandi dimensioni, superando i limiti dei sistemi TAC medicali. 

Il Centro è recentemente diventato nodo di livello 2 della rete CH-NET dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, a dimostrazione dell’elevato livello di competenze tecnico-scientifiche che è in grado di apportare alla ricerca applicata ai beni culturali. Il Centro, in prima linea nel portare avanti le tematiche connesse alla conservazione preventiva nelle sue diverse declinazioni, ha inoltre partecipato allo sviluppo di nuovi sistemi di monitoraggio ambientale espressamente pensati per le residenze storiche e il patrimonio diffuso, in particolare quello ecclesiastico. 

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Continua a leggere

Storie

Dalla lagunare Venezia alla Roma imperiale, passando per le macerie de L’Aquila, la Di Vincenzo Dino & C. ha dimostrato in oltre 70 anni di attività un alto livello di competenze sviluppato proprio nel settore del recupero e restauro.

17 Nov 2020

Storie

Ibix è il nome dell’azienda che è dietro la fornitura di tecnologie e prodotti utilizzati nei processi di recupero e restauro dei principali monumenti storici di quasi tutto il mondo: l’azienda emiliana ha contribuito al restauro delle principali icone capitoline di Francia, Italia e USA.

17 Nov 2020

Storie

Le attività del CNR sui Beni Culturali sono confluite dal 2019 nel ISPC. Con 7 sedi in tutta Italia e quasi 200 dipendenti provenienti dal mondo scientifico ed umanistico, l’Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale promuove le proprie ricerche e progetti anche nel settore del restauro.

17 Nov 2020

Storie

Gexcel sviluppa servizi per la diagnostica principalmente attraverso il sapiente uso della tecnologia laser. HERON e Reconstructor sono i nomi di due delle innovazioni che trovano valida applicazione nel mondo del restauro, come dimostrato per i rilievi del Tempio di Belen in Perù.

17 Nov 2020