Storie

SALVA

Familydea

Il primo e-commerce italiano dedicato ai servizi alla persona

31 Dic 2017 - Redazione

“Il servizio ha l’obiettivo di facilitare le famiglie nella scelta di servizi di cui hanno bisogno, mettendo a loro disposizione l’esperienza maturata dalla cooperazione sociale, in modo semplice, veloce, e garantendo qualità a prezzi calmierati”

Dall’assistenza domiciliare al babysitting qualificato, dalle proposte di attività motorie alle consulenze del nutrizionista per la terza età, ma anche catering, traslochi e sgomberi, giardinaggio, pulizie straordinarie e di sanificazione. Sono queste alcune delle opzioni che le famiglie possono trovare ed acquistare sul familydea.it, il primo e-commerce italiano dedicato ai servizi alla persona. Con un semplice clic e comodamente da casa è possibile avere risposte veloci e servizi sostenibili, conciliando cosi i tempi della vita lavorativa con quelli familiari. La piattaforma mette in rete diverse realtà dell’imprenditoria sociale: nata su impulso della Cooperativa Altridea ONLUS, oggi aggrega 120 cooperative sociali, offre 450 servizi ed è attiva in 40 città italiane. Il punto di partenza dell’iniziativa è la consapevolezza che le famiglie, oggi, devono fronteggiare nuovi bisogni per i quali faticano a trovare risposte adeguate, a causa di diversi elementi tra i quali: costo elevato dei servizi, la reticenza ad affidarsi a soggetti esterni alla famiglia, la mancanza di strumenti che permettano l’incontro tra domanda e offerta. Familydea è una risposta a queste problematiche e ha l’obiettivo di facilitare le famiglie nella scelta di servizi di cui hanno bisogno, mettendo a loro disposizione l’esperienza maturata dalla cooperazione sociale, in modo semplice, veloce, e garantendo qualità a prezzi calmierati. Il tutto in modo trasparente e lontano dall’economia sommersa, che a volte domina l’erogazione di questi servizi e garantendo, attraverso il marchio registrato Buy Social, un valore aggiunto, grazie al coinvolgimento diretto di imprese sociali impegnate in servizi di utilità collettiva: uno stimolo a promuovere comportamenti di acquisto e di consumo responsabile da parte dei cittadini, delle istituzioni e delle aziende pubbliche e private. Il progetto non vuole in alcun modo sostituirsi all’ente pubblico – che rimane centrale per assicurare la tutela dei diritti delle persone più deboli – ma piuttosto sposa una logica integrativa, dando risposta alle tante famiglie che non riescono ad accedere ai servizi e magari finiscono nelle liste di attesa pur avendo risorse economiche.

 

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Continua a leggere

Storie

20 Feb 2020

Saper interpretare le esigenze dell’impresa e sviluppare prodotti ad hoc è quello che Alumotion fa da venti anni, lavorando per realizzare sistemi robotici utili in particolare a movimentare oggetti

19 Feb 2020

Fedele al territorio marchigiano anche nei momenti più difficili, Simonelli Group ha creato un centro di ricerca nel campo del caffè che opera in una logica di rete.

Storie

17 Feb 2020

Fimer ha conquistato il suo ruolo di player mondiale grazie ai suoi inverter, strumenti fondamentali per il funzionamento di un impianto fotovoltaico

17 Feb 2020

Coniugando tradizione rurale e valorizzazione dei vitigni autoctoni, Masciarelli ha dimostrato come i valori locali possano arrivare al mondo attraverso il vino