Storie

SALVA

CSP WASP

Dalla produzione di stampanti 3D allo sviluppo di progetti che, tramite queste, trovano applicazione anche nel settore del restauro. Lo dimostrano le numerose ricostruzioni di statue ed opere dell'antichità, come nel caso della Domus di Ottavio Quartione a Pompeii.

17 Nov 2020 - Redazione

La sfida di WASP, azienda di Massa Lombarda (RA) leader in Italia nella produzione di stampanti 3D, è quella di sviluppare tecnologie e stampanti che, in un’ottica di sostenibilità produttiva e conoscenze open-source, possano portare ad un futuro in cui ognuno potrà fabbricarsi da sé ciò di cui ha bisogno, che si tratti di cibo, di una casa, di energia, di una protesi o di una scultura. Tra gli infiniti campi di applicazione di questa tecnologia c’è anche l’arte: grazie alla stampa 3D, infatti, si possono realizzare nuove opere e restaurare quelle esistenti. In collaborazione con il FabLab di Parma e con 3D ArcheoLab, WASP ha ricostruito, su rilievi non invasivi eseguiti sull’originale, un kantharos attico del V secolo a.C. 

La copia della coppa, particolarmente elaborata, con le decorazioni di un Sileno e di una Menade, è oggi esposta presso il Museo Etrusco di Marzabotto in un percorso tattile per non vedenti. Grazie alla stampane Delta WASP 4070, inoltre, è stato possibile ricollocare 28 statue decorative nell’area archeologica di Pompei, in collaborazione con la Soprintendenza speciale per i Beni archeologici di Pompei. Gli originali, conservati a Torino, sono stati sottoposti a una scansione 3D e ristampati nei minimi particolari in plastiche poliviniliche e resine. Oggi le copie, indistinguibili dagli originali, sono tornate a decorare le Domus di Ottavio Quartione e di Marco Lucrezio. 

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Continua a leggere

Storie

Dalla lagunare Venezia alla Roma imperiale, passando per le macerie de L’Aquila, la Di Vincenzo Dino & C. ha dimostrato in oltre 70 anni di attività un alto livello di competenze sviluppato proprio nel settore del recupero e restauro.

17 Nov 2020

Storie

Ibix è il nome dell’azienda che è dietro la fornitura di tecnologie e prodotti utilizzati nei processi di recupero e restauro dei principali monumenti storici di quasi tutto il mondo: l’azienda emiliana ha contribuito al restauro delle principali icone capitoline di Francia, Italia e USA.

17 Nov 2020

Storie

Gexcel sviluppa servizi per la diagnostica principalmente attraverso il sapiente uso della tecnologia laser. HERON e Reconstructor sono i nomi di due delle innovazioni che trovano valida applicazione nel mondo del restauro, come dimostrato per i rilievi del Tempio di Belen in Perù.

17 Nov 2020

Storie

Il consorzio Ediltecnica è composto da diverse realtà attive nel settore del restauro: questo fattore è ciò che permette al gruppo di poter operare lungo tutte le fasi processuali degli interventi di restauro.

17 Nov 2020