Rassegna

SALVA

Creatività, flessibilità e innovazione. L’Italia si conferma leader nella design economy

Giovanna Mancini | Il Sole 24 Ore

10 Apr 2018 - Redazione

CONTINUA A LEGGERE

Creatività, flessibilità e innovazione. L’Italia si conferma leader nella design economy - Giovanna Mancini | Il Sole 24 Ore

10.04.2018.sole24ore.com_.design_economy_1523349329.pdf - 127.33 Kb

Il design fa bene all’economia italiana. E non solo perché rappresenta esso stesso un’industria con 29mila aziende in tutto il Paese, 48mila addetti e un fatturato di circa 4,3 miliardi di euro, ma anche perché le imprese italiane attive nel settore design (inteso come cultura del progetto e della creatività) si concentrano proprio nelle aree in cui è più alta la presenza delle filiere di eccellenza del made in Italy . Il che conferma lo stretto legame tra design e capacità competitiva delle aziende, nonché il ruolo strategico del primo nel rapporto tra ideazione e produzione.

Lo dimostrano i dati raccolti nel secondo rapporto Design Economy realizzato dalla Fondazione Symbola, in collaborazione con FederlegnoArredo, che ha cercato di misurare il valore di un’industria, quella del design, che rappresenta una «vera infrastruttura immateriale del made in Italy», come l’ha definita il presidente di Symbola, Ermete Realacci. E lo testimonia la presenza a Milano della più importante fiera internazionale del settore, il Salone del Mobile, che inaugurerà il 17 aprile.

La ricerca di Symbola prende in esame le imprese italiane che producono beni e servizi di design (dall’arredo alla moda, dall’architettura alla comunicazione, fino agli ambienti digitali), ma anche gli istituti di formazione, mettendoli poi a confronto con il resto d’Europa. L’Italia si conferma leader in Europa nel settore, con il 16,2% delle quasi 180mila imprese localizzate nell’Unione europea. Nonostante la crisi e la crescente competizione internazionale, negli ultimi cinque anni gli occupati sono aumentati dell’1,5%, mentre il fatturato del 3,6%. Primo per numero di aziende, il nostro Paese è invece al terzo posto (dietro Regno Unito e Germania) per numero di addetti, e al secondo (dopo la Gran Bretagna) per fatturato.

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Organizzazioni

Continua a leggere

25 Feb 2020

Massimo Pucci | La Nazione – Arezzo

17 Feb 2020

Rosanna Lampugnani | L’Economia – Corriere del Mezzogiorno

13 Feb 2020

Silvia Lambertucci | Ansa.it

10 Gen 2020

L.M. | Corriere di Como – Corriere della Sera