Rassegna

SALVA

Come è verde il Nord Est: 1 impresa su 3 investe in sostenibilità

Elena Comelli | Quotidiano Nazionale

09 Giu 2021 Redazione

SCARICA ARTICOLO COMPLETO

Come è verde il nord est: un'impresa su tre investe in sostenibilità | Elena Comelli | Quotidiano Nazionale

9.6.21-QN-COME-È-VERDE-IL-NORD-EST.pdf - 340.24 Kb

PER BATTERE I DAZI USA e il dumping della Cina, non resta che la svolta ecologica. L’Italia che arranca per uscire dalla crisi sta agguantando con uno slancio d’orgoglio il primato green, grazie alle 215.495 imprese del Nord sulle 432.288 della penisola che hanno accettato la sfida. L’accoppiata innovazione verde-export garantito vede in testa la Lombardia con 77.691 imprenditori convertiti agli ecoinvestimenti, ma il Nord Est la tallona da vicino con oltre 60mila imprese verdi, di cui 42.963 in Veneto, 9.894 in Trentino-Alto Adige e 8014 in Friuli-Venezia Giulia. Non solo: alcune province venete, a partire da Padova, Treviso e Vicenza, risultano tra le prime 20 in Italia per presenza di aziende che puntano sul green. A dirlo è l’undicesimo rapporto della Fondazione Greenitaly della Fondazione Symbola e di Unioncamere – promosso in collaborazione con Conai, Ecopneus e Novamont e con la partnership di Centro Studi delle Camere di Commercio Guglielmo Tagliacarne srl ed Ecocerved – che misura e pesa la forza della green economy nazionale. Dalla ricerca emerge che a Nord Est oltre un’impresa su 3 investe nel green, un dato superiore alla media nazionale: dove il 31% delle imprese ha puntato su prodotti e tecnologie verdi. «Nel Nord Est c’è sempre stata molta attenzione all’elemento della sostenibilità, innanzitutto come leva competitiva. Per avere successo sui mercati esteri è ormai chiaro che bisogna produrre a bassa intensità di carbonio e qui il dato è stato ormai integrato«, spiega Filiberto Zovico, iniziatore della Green Week di Trento, che quest’anno farà tappa a Parma. «Uno degli esempi classici è la friulana Valcucine, nata nella Kitchen Valley pordenonese, che già molti anni fa produceva cucine a basso impatto e seguiva le regole dell’economia circolare, sfruttando il riciclo dei materiali. Oppure le aziende del distretto della concia di Arzignano, che si sono inventate i biostimolanti recuperando tutti gli scarti dei pellami», ricorda Zovico. Casi esemplari se ne potrebbero fare tanti, anche nel distretto dell’edilizia sostenibile e delle costruzioni in legno del Trentino Alto-Adige o in altri settori. Pochi sanno, ad esempio, che siamo leader nel mondo nel settore delle giostre, con Rovigo cuore del distretto, formato da artigiani che battono la concorrenza di Usa e Cina con giostre che consumano molta meno energia di quelle tedesche.

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Continua a leggere

19 Ott 2021

Buone Notizie – Corriere della Sera | Ermete Realacci

13 Ott 2021

Donna Moderna | Isabella Colombo

13 Ott 2021

Donna Moderna | Isabella Colombo

11 Ott 2021

Corriere della Sera – Economia | Barbara Millucci