Storie

SALVA

Centro di Eccellenza DTC Lazio

5 Università e da 3 tra i più importanti Enti Pubblici di Ricerca nazionali, il Centro di Eccellenza DTC Lazio aggrega conoscenze e competenze volte a migliorare il patrimonio storico della Regione Lazio, operando in maniera trasversale sui diversi livelli che lo interessano.

17 Nov 2020 - Redazione

Il Distretto Tecnologico per i Beni e le Attività Culturali (DTC Lazio) è un Centro di Eccellenza fondato da cinque Università (La Sapienza, Roma Tre, Tor Vergata, l’Università della Tuscia e quella del Lazio Meridionale) insieme all’ENEA, al CNR e all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, con il finanziamento della Regione Lazio. Costituito da 12 laboratori e 6 differenti unità di ricerca, il DTC Lazio ha lo scopo di aggregare le tecnologie e il know-how proprio degli enti fondatori al fine di integrare le competenze tecnologiche applicabili alla conservazione, valorizzazione e promozione del patrimonio storico-artistico del Lazio, connettendo il mondo della ricerca con quello dell’impresa e delle istituzioni. 

Oltre a organizzare corsi di alta formazione e master in materie come la gestione d’impresa e il management dei beni culturali e la comunicazione dei beni culturali, il DTC Lazio porta avanti tre progetti all’avanguardia. Il Progetto ADAMO, che prevede lo studio e l’utilizzo delle più avanzate tecnologie sviluppate dall’ENEA per interventi di restauro presso 6 siti archeologici lungo le vie consolari Appia e Tuscolana. Il Progetto EcoDigit, per la creazione di un’Anagrafe delle Competenze che metterà in rete tutti i dati relativi a studi, siti, opere, ricerche, laboratori e imprese, dalla quale verrà sviluppato l’Osservatorio Territoriale dei Beni Culturali e dello Sviluppo Turistico Regionale. E infine il Progetto SISMI, volto allo studio di nuove tecnologie per gli interventi di messa in sicurezza del patrimonio storico in caso di terremoti. 

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Continua a leggere

Storie

Dalla lagunare Venezia alla Roma imperiale, passando per le macerie de L’Aquila, la Di Vincenzo Dino & C. ha dimostrato in oltre 70 anni di attività un alto livello di competenze sviluppato proprio nel settore del recupero e restauro.

17 Nov 2020

Storie

Ibix è il nome dell’azienda che è dietro la fornitura di tecnologie e prodotti utilizzati nei processi di recupero e restauro dei principali monumenti storici di quasi tutto il mondo: l’azienda emiliana ha contribuito al restauro delle principali icone capitoline di Francia, Italia e USA.

17 Nov 2020

Storie

Le attività del CNR sui Beni Culturali sono confluite dal 2019 nel ISPC. Con 7 sedi in tutta Italia e quasi 200 dipendenti provenienti dal mondo scientifico ed umanistico, l’Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale promuove le proprie ricerche e progetti anche nel settore del restauro.

17 Nov 2020

Storie

Gexcel sviluppa servizi per la diagnostica principalmente attraverso il sapiente uso della tecnologia laser. HERON e Reconstructor sono i nomi di due delle innovazioni che trovano valida applicazione nel mondo del restauro, come dimostrato per i rilievi del Tempio di Belen in Perù.

17 Nov 2020