Storie

SALVA

Catalyst

Nel settore della produzione di materiali edili la start-up toscana Catalyst ha apportato innovazioni di grande rilievo. Mossa dal valore dell'ecosostenibilità e della circolarità questa giovane realtà ha prodotto una serie di mattoni ottenuti da materiali di scarto, garantendo un'alta qualità del prodotto il quale trova applicazione anche nel restauro.

17 Nov 2020 - Redazione

Catalyst è una start up giovane e innovativa nata per innovare l’edilizia attraverso la produzione di mattoni che rispondono ai più elevati standard di sostenibilità. I brevetti Catalyst, ancor prima che dalla ricerca tecnologica, nascono da un approccio culturale che vede nel rispetto dell’ambiente e nell’economia circolare l’unica strada praticabile per l’edilizia del futuro. I mattoni prodotti dall’azienda sono ottenuti tramite l’utilizzo di materiali di risulta e vengono pressati a freddo, contribuendo alla riduzione di CO2, all’eliminazione delle escavazioni per estrarre l’argilla, e possono essere fabbricati direttamente in cantiere, diminuendo i tempi e i costi di produzione. 

Il Carrara-Block, ad esempio, è un mattone costituito dagli scarti della lavorazione del marmo, ovvero da materiali difficili da smaltire e responsabili dell’impermeabilizzazione dei fiumi, con conseguenti esondazioni. Il Ri-Block, invece, è un mattone ottenuto dagli scarti di demolizione, realizzabile direttamente in loco. In questo modo si evita di trasformare le macerie in rifiuti speciali e si eliminano i costi di smaltimento e trasporto. L’Università di Firenze ha poi confermato un ulteriore vantaggio, ovvero una resistenza superiore del 24% rispetto ai mattoni tradizionali. È evidente, quindi, quanto potrebbe risultare rivoluzionario il Ri-Block nelle aree colpite da eventi sismici. Oltre al riuso delle macerie, la cui rimozione allunga i tempi di ricostruzione, questo prodotto farebbe in modo che i centri storici dei paesi distrutti possano essere ricostruiti con i materiali originari. 

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Continua a leggere

Storie

Dalla lagunare Venezia alla Roma imperiale, passando per le macerie de L’Aquila, la Di Vincenzo Dino & C. ha dimostrato in oltre 70 anni di attività un alto livello di competenze sviluppato proprio nel settore del recupero e restauro.

17 Nov 2020

Storie

Ibix è il nome dell’azienda che è dietro la fornitura di tecnologie e prodotti utilizzati nei processi di recupero e restauro dei principali monumenti storici di quasi tutto il mondo: l’azienda emiliana ha contribuito al restauro delle principali icone capitoline di Francia, Italia e USA.

17 Nov 2020

Storie

Il consorzio Ediltecnica è composto da diverse realtà attive nel settore del restauro: questo fattore è ciò che permette al gruppo di poter operare lungo tutte le fasi processuali degli interventi di restauro.

17 Nov 2020

Storie

Nel segno della qualità sono già oltre 18.000 gli edifici che in tutta Italia possono fregiarsi della certificazione CasaClima. Nel settore del restauro il certificato “CasaClima R” va a premiare quegli interventi che puntano all’efficientemento energetico, nel rispetto dell’identità originale degli edifici.

17 Nov 2020