Storie

SALVA

CasaClima – Agenzia per l’Energia Alto Adige

Nel segno della qualità sono già oltre 18.000 gli edifici che in tutta Italia possono fregiarsi della certificazione CasaClima. Nel settore del restauro il certificato "CasaClima R" va a premiare quegli interventi che puntano all'efficientemento energetico, nel rispetto dell'identità originale degli edifici.

17 Nov 2020 - Redazione

La certificazione CasaClima nasce dalla consapevolezza che soltanto norme e leggi, pur indispensabili, non sarebbero state sufficienti a rinnovare concretamente il settore dell’edilizia. Per questo CasaClima ha puntato sullo sviluppo di un processo sinergico tra tutti i protagonisti della filiera, committenti, progettisti, tecnici, artigiani ed aziende attraverso uno scambio di know-how e una formazione specifica con l’obiettivo di diffondere la pratica del buon costruire. La prima certificazione è del 2002, e da allora sono stati certificati in tutta Italia oltre 18.000 edifici che soddisfano i criteri di qualità costruttiva dell’Agenzia. 

Oltre alla valutazione energetica, oggi l’Agenzia ha un’intera classe di protocolli di sostenibilità, come CasaClima Nature, e le varie specializzazioni come ClimaHotel, ClimaSchool e Work&Life, promuovendo un’edilizia virtuosa volta a ridurre l’uso di risorse e limitare l’impatto ambientale, mantenendo elevati i livelli di comfort e di salubrità. CasaClima ha anche provveduto ad un protocollo di certificazione per l’efficientamento degli edifici esistenti, che comprende quindi anche gli edifici storici, denominato CasaClima R. Questa certificazione, ad esempio, è stata ottenuta da Villa Castelli, a Bellano (LC), residenza storica risalente al 1830 e sottoposta a vincolo. L’intervento di risanamento energetico attraverso l’isolamento della muratura dall’interno, il rifacimento del tetto e l’istallazione di celle fotovoltaiche, ha portato alla riduzione del 90% dei consumi, nel rispetto degli elementi decorativi originali. 

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Continua a leggere

Storie

Dalla lagunare Venezia alla Roma imperiale, passando per le macerie de L’Aquila, la Di Vincenzo Dino & C. ha dimostrato in oltre 70 anni di attività un alto livello di competenze sviluppato proprio nel settore del recupero e restauro.

17 Nov 2020

Storie

Ibix è il nome dell’azienda che è dietro la fornitura di tecnologie e prodotti utilizzati nei processi di recupero e restauro dei principali monumenti storici di quasi tutto il mondo: l’azienda emiliana ha contribuito al restauro delle principali icone capitoline di Francia, Italia e USA.

17 Nov 2020

Storie

Il consorzio Ediltecnica è composto da diverse realtà attive nel settore del restauro: questo fattore è ciò che permette al gruppo di poter operare lungo tutte le fasi processuali degli interventi di restauro.

17 Nov 2020

Storie

Le attività del CNR sui Beni Culturali sono confluite dal 2019 nel ISPC. Con 7 sedi in tutta Italia e quasi 200 dipendenti provenienti dal mondo scientifico ed umanistico, l’Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale promuove le proprie ricerche e progetti anche nel settore del restauro.

17 Nov 2020