Rassegna

SALVA

Brescia e l’economia circolare: se è un valore bisogna gridarlo

Gianni Bonfadini | Giornale di Brescia

09 Dic 2020 - Redazione

CONTINUA A LEGGERE

Brescia e l'economia circolare: se è un valore bisogna gridarlo - Gianni Bonfadini | Giornale di Brescia

Brescia-e-leconomia-circolare-se-è-un-valore-bisogna-gridarlo.pdf - 267.42 Kb

Sì, probabilmente siamo un caso di eccellenza in quella che oggi viene chiamata economia circolare, che è una vicenda molto contigua a tutto l’universo green e a quella che viene chiamata economia della sostenibilità. Non sto lì a fare troppe distinzioni, però siamo in quell’ambito lì: Brescia è una storia eccellente in questo campo, siamo un esempio, siamo un benchmark, ovvero un esempio da copiare. Non che manchino buchi neri, intendiamoci, sull’aria (per restare ad un tema ambientale) è meglio andare a respirarla da qualche altra parte. Ma su molte altre cose siamo un riferimento.

I numeri di Symbola. La ricerca di Fondazione Symbola ed Unioncamere, ad esempio, è solo l’ultima che in qualche modo certifica quanto detto e Brescia fa da traino alla Lombardia che, in questa singolare classifica di chi più investe nell’economia circolare, si porta quasi ai vertici. Intendiamoci: le classifiche andrebbero, e lo faremo, sviscerate un po’ di più. Ma per ora accontentiamoci. Del resto un po’ l’abbiamo sempre saputo di essere riciclatori, ma fino a qualche anno fa, l’idea di assegnare ad una acciaieria la positiva qualifica di «riciclatore», assegnandogli quindi il bollino verde del buon agire era, diciamo così, un po’ temeraria: un po’ perchè le sensibilità eran quelle che erano e un altro po’ perché diciamocela tutta quel che riguadagnava per l’ambiente recuperando rottami nel forno poi ce lo fumavano, e perdonate l’infantile gioco di parole, dal camino.

Il mondo cambia. Adesso,va detto, il quadro è cambiato. Sul fronte delle sensibilità generali, sul fronte delle imprese, e anche, o forse soprattutto, sul fronte della gente in senso lato. Quando sentite dire che “l’azienda del futuro dovrà essere sostenibile o non sarà” si deve sapere che è qualcosa più di uno slogan. Le aziende, per la gran parte, lo sottoscrivono (anche se, va detto, ancora relativamente poche son conseguenti), ma questo per dire che economia circolare non è più una eccentricità, qualcosa come potevano essere i figli dei fiori anni Sessanta che predicavano la difesa dell’ambiente.

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Rubriche

A cura di: Redazione

Continua a leggere

11 Giu 2021

Anima per il Sociale nei valori d’impresa

11 Giu 2021

Dario Di Vico | Sette – Corriere della Sera

10 Giu 2021

Affari Italiani