Storie

SALVA

3D Research

L’azienda calabrese che ha ricostruito più di 400 reperti custoditi in musei italiani (e non) con l’uso delle tecnologie 3D.

17 Nov 2020 Stampa

Nata come spin-off dell’Università della Calabria, 3D Research è un’azienda che ha avuto il merito di connettere mondi distinti tra loro come l’ingegneria industriale, le tecnologie 3D e la subacquea al fine di metterli al servizio dell’archeologia. Grazie alle tecnologie hardware e software sviluppate dall’azienda, ad esempio, è possibile ottenere delle perfette copie digitali di reperti o interi siti attraverso la scansione laser e la fotogrammetria 3D, che possono diventare anche copie fisiche con l’utilizzo di stampanti 3D. In questo modo si evitano procedimenti che minano l’integrità dell’originale, come spostamenti o metodi invasivi quali il tradizionale calco, oppure consentono di effettuare analisi strutturali, simulazioni e restauri digitali e/o fisici. 

L’azienda ha già ricostruito più di 400 reperti custoditi in musei italiani e non. Ma la più grande innovazione di 3D Research è la rivoluzione apportata nell’ambito dell’archeologia subacquea, da sempre il settore più difficilmente accessibile al pubblico. Con il progetto H2020 i-MARECULTURE, insieme a partner esteri e all’Istituto Centrale per il Restauro, 3D Research ha sviluppato un sistema che consente ai sub di vedere lo splendido sito sommerso di Baia in realtà aumentata come doveva apparire in epoca romana, e di ricevere informazioni rispetto alla propria posizione. Chi non si immerge può invece visitare il sito sommerso e la ricostruzione tramite un visore di realtà virtuale. 

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Continua a leggere

Storie

Dalla lagunare Venezia alla Roma imperiale, passando per le macerie de L’Aquila, la Di Vincenzo Dino & C. ha dimostrato in oltre 70 anni di attività un alto livello di competenze sviluppato proprio nel settore del recupero e restauro.

17 Nov 2020

Storie

Ibix è il nome dell’azienda che è dietro la fornitura di tecnologie e prodotti utilizzati nei processi di recupero e restauro dei principali monumenti storici di quasi tutto il mondo: l’azienda emiliana ha contribuito al restauro delle principali icone capitoline di Francia, Italia e USA.

17 Nov 2020

Storie

Gexcel sviluppa servizi per la diagnostica principalmente attraverso il sapiente uso della tecnologia laser. HERON e Reconstructor sono i nomi di due delle innovazioni che trovano valida applicazione nel mondo del restauro, come dimostrato per i rilievi del Tempio di Belen in Perù.

17 Nov 2020

Storie

Nel segno della qualità sono già oltre 18.000 gli edifici che in tutta Italia possono fregiarsi della certificazione CasaClima. Nel settore del restauro il certificato “CasaClima R” va a premiare quegli interventi che puntano all’efficientemento energetico, nel rispetto dell’identità originale degli edifici.

17 Nov 2020