RICERCA

SALVA

PIQ Prodotto Interno Qualità 2007

I Quaderni di Symbola

A cura di Symbola in collaborazione con Unioncamere.

Condividi su

Premessa

OCCHI NUOVI PER L’ECONOMIA ITALIANA

Marcel Proust sosteneva che un vero viaggio di scoperta non è cercare nuove terre ma avere nuovi occhi.
È per guardare con nuovi occhi all’economia italiana che Symbola ha dato vita al Prodotto Interno Qualità (PIQ). Uno strumento per misurare quanta della nostra economia è legata all’idea italiana di qualità: un intreccio di innovazione, ricerca, conoscenza, talenti dei territori e valorizzazione del patrimonio storico-culturale, ambienti naturali e paesaggio, capacità di intraprendere, di produrre all’ombra di campanili cose che piacciono al mondo.
Nel corso degli anni si sono sviluppati molti tentativi, spesso di grande interesse, per individuare nuovi parametri capaci di misurare beni intangibili, coesione sociale, patrimonio culturale, felicità. Difficile non richiamare alla memoria lo straordinario discorso di critica al PIL tenuto da Bob Kennedy all’Università del Kansas il 18 marzo 1968 e in particolare la sua conclusione: “[…] il Prodotto Interno Lordo misura tutto eccetto ci» che rende la vita meritevole di essere vissuta, e pu» dirci tutto sull’America, eccetto se siamo orgogliosi di essere americani”.
Il nostro obiettivo è piú limitato e al tempo stesso piú ambizioso. Abbiamo lavorato assolutamente dentro il PIL cosù come è, con tutti i suoi limiti, per trovare nei singoli comparti quanta parte dell’economia italiana è legata alla qualità.
Il PIQ è uno strumento semplice e immediato che pu» essere molto utile per leggere la realtà presente e cogliere in essa gli elementi di un futuro possibile. E anche per provare a capire quanto è successo in questi anni. Tutti conoscono, ad esempio, i grandi limiti del sistema Italia, limiti che è necessario affrontare con determinazione. Perché per» molti sono rimasti cosù sorpresi nel constatare la ripresa, spesso trainata dalle esportazioni, di tanti settori? Perché produzioni mature che molti ritenevano ineluttabilmente destinate alla delocalizzazione sono tornate in Italia? Riteniamo che nell’elaborazione di Symbola e in particolare nel PIQ si possano trovare elementi utili per dare una risposta.
Insomma, vogliamo ambiziosamente proporre uno strumento che si presta anche a letture territoriali, in grado di aiutare da subito le scelte dell’economia e della politica.
Un ringraziamento non rituale per lo straordinario contributo di competenza e di creatività va a Domenico Siniscalco, responsabile scientifico del PIQ, e a Livio Barnab» che ha coordinato operativamente il Rapporto, nonché a tutti gli esperti di valore che hanno accompagnato la nascita del PIQ.
Non è che l’inizio.

Ermete Realacci, Presidente Symbola

Organizzazioni

Componente Sostenitore

Indice dei contenuti


Occhi nuovi per l’economia italiana


Il PIQ – una nuova misura per una nuova politica industriale


Considerazioni di sintesi


Il Comitato Scientifico del PIQ


Parte prima – La misura del PIQ 2007

1.1. Uscire dal grigio: dare una misura alla qualità
1.2. La stima del PIQ 2007
1.3. I cinque volti della qualità
1.4. La dimensione settoriale del PIQ
1.5. Le componenti strutturali della qualità

Parte seconda – Il posizionamento internazionale dei prodotti italiani
2.1. L’Italia della qualità nel grande souk internazionale
2.2. Il posizionamento competitivo delle merci italiane di qualità: una panoramica e otto approfondimenti
2.3. Sintesi

Parte terza – La dinamica di medio periodo del PIL – l’evoluzione dell’economia italiana nel periodo 1980-2006

Parte quarta – Appendice metodologica
4.1. La metodologia di calcolo del PIQ
4.2. La metodologia di analisi di benchmarking internazionale

Ricevi storie di qualità nella tua email

Ricerche su Made in Italy