Il cioccolato di BruCo aderisce a Symbola

Data : 04 novembre 2008
Autore :Fondazione Symbola

Il cioccolato di BruCo, eccellenza dolciaria marchigiana, arriva a Symbola - Fondazione per le qualità italiane. Dedicato ai due nonni, BRUna e COstantino, il prodotto di Fabio Lenci è una miscela di ingredienti antichi e rari tra i pi£ quotati in Italia. Creato nel 2001, da una ricetta originale, quello di Castelplanio non è solo cioccolato in tavolette, la sua formula ha dato lo spunto alla creazione di molte specialità, come la lonza di fico monodose o la pralina di Sagrantino passito, realizzata con le Cantine Arnaldo Caprai. Quest’ultima nata anche grazie alla rete di Symbola, il cui nome significa “mettere insieme” e che è, infatti, la prima Fondazione, in Italia, che raccoglie realtà di diversa natura come imprese, associazioni ed istituzioni, accomunate dalla passione per la qualità.
Ma per garantire la qualità del suo cioccolato, BruCo va alla sua origine, alla materia prima e sua volta ha creato un ponte tra le Marche e il Messico, dove, dal 2003, cura un progetto per il reimpianto dei cloni di cacao “criollo”. Tecnici marchigiani e campesinos lavorano insieme, per salvare una coltivazione altrimenti destinata a sparire e fondamentale per la produzione di BruCo.

“Bruco aderisce a Symbola, portando un grande esempio di cultura cioccolatiera Made in Italy. Tradizione ma anche innovazione e capacità di uscire dai propri confini, pur mantenendo salda l’identità, queste le caratteristiche che apprezziamo dell’azienda marchigiana.- dichiara Ermete Realacci, Presidente della Fondazione – Il Bruco è un marchio giovane, ma già solido nel sistema imprenditoriale della sua regione, visto che ha costruito il suo successo grazie alla qualità dei propri prodotti e al forte legame con la sua storia e il territorio”

“Sin dalle prime tavolette e praline, Il Cioccolato di BruCo, ha avuto come unica meta la ricerca della qualità, il rispetto assoluto delle materie prime, l’attenzione per le piantagioni di cacao e per chi vi lavora.- dichiara Fabio Lenci - Altra nostra “missione”, quella di informare ed educare di chi gusta i nostri prodotti. Cerchiamo di far scoprire il mondo del cacao, le sue sfumature, i reali sentori ed il valore del cacao aromatico. Una maniera questa di raccontare le nostre tradizioni, i territori dove il cacao è coltivato, le storie delle persone che incontriamo. Il futuro dell’Italia e dei suoi produttori, deve necessariamente passare attraverso questa maniera di pensare e di agire, Symbola è perfettamente in sintonia con noi. Le Marche, la nostra regione, è una terra seria e solida, ha nel suo Dna la qualità. Il BruCo prende forza anche da questo.”
Con la sua adesione, Bruco va ad aggiungersi alle altre realtà marchigiane già presenti in Symbola: la Comunità Montana dell’Esino Frasassi e del Parco Regionale della Gola della Rossa, Tod’s, Distilleria Varnelli, Faam, Nuova Simonelli, Rainbow, Eurosuole, Manas, Planiplastic Ecologia, Ifi, Cartiera Artem in Fabriano, la Terra e il Cielo, le due Province di Ascoli Piceno e di Macerata e il Comune di Pievebovigliana.
 

<< Precedente Successivo >>