L’Italia che verrà - Industria culturale, made in Italy e territori

Data : 01 luglio 2011 - 30 novembre -1

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con Unioncamere, prevede l'elaborazione di un rapporto annuale dedicato alla conoscenza del contributo dell’industria culturale alla
produzione di ricchezza e all’occupazione in Italia.

L'industria culturale frutta al Paese quasi il 5% della ricchezza prodotta (4,9%, per l’esattezza: 68 mld di euro) e dà lavoro a un milione e mezzo di persone (il 5,7% dell’occupazione nazionale). Superiore, ad esempio, al settore della meccanica e dei mezzi di trasporto. La ricerca smentisce chi descrive la cultura come un settore statico e rivolto al passato, inquadrandola invece come fattore trainante per molta parte dell’economia italiana, sicuramente una delle leve per ridare fiato al Paese.