Festival Soft Economy 2018 - APE - APPENNINO PARCO D'EUROPA

Data : 04 luglio 2018

Luogo : Treia (MC)

 

APE - APPENNINO PARCO D’EUROPA
L’Appennino è uno scrigno di biodiversità custodito in un continuum quasi ininterrotto di aree protette: 12 Parchi nazionali, 36 Parchi regionali e quasi mille siti di Rete Natura 2000. La superficie protetta in Appennino è pari circa al 30% del totale: caratteristica che lo rende, di fatto, il più grande ‘Parco’ d’Europa, luogo eletto per la conservazione della biodiversità ma anche per l’innovazione.

MERCOLEDI 4 LUGLIO 2018, ORE 9.30-13.00

TREIA (MC) – TEATRO COMUNALE
Convegno a cura di Federparchi –Europarc Italia

SALUTI
FABIO RENZI Segretario generale Fondazione Symbola

PRESIEDE
ANTONIO NICOLETTI Responsabile Nazionale Aree Protette Legambiente

ore 9,30 - 10,30

Strategie e strumenti per conservare, valorizzare e vivere l’Appennino

Da aree interne a green community
ALDO BONOMI Sociologo Direttore Aaster

L’Unesco per valorizzare l’Appennino
FILIPPO LENZERINI Punto 3 srl

Prove di rigenerazione territoriale; il caso dell’Appennino marchigiano
MASSIMO SARGOLINI
Architetto, Docente Università degli studi di Camerino

ore 10,30 - 13,00
Ne discutono

ANTONIO CARRARA Presidente Parco Nazionale Abruzzo, Lazio e Molise
TOMMASO DAL BOSCO Responsabile investimenti Urbani IFEL - Fondazione Anci
FAUSTO GIOVANELLI Presidente Parco Nazionale Tosco Emiliano
OLIVIERO OLIVIERI Presidente Parco nazionale dei Monti Sibillini
DOMENICO PAPPATERRA Presidente Parco Nazionale del Pollino
GUIDO SALUCCI Presidente Parco Interregionale del Sasso Simone e Simoncello
GIAMPIERO SAMMURI Presidente Federparchi
GABRIELE SANTARELLI Sindaco di Fabriano e Presidente del Parco Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi
LUCA SANTINI Presidente Parco nazionale delle Foreste Casentinesi
ANGELO SCIAPICHETTI Assessore Regione Marche Politiche della Montagna e delle aree interne, Parchi e riserve Naturali

CONCLUDE
MARIA CARMELA GIARRATANO Direttore Generale per la protezione della natura e del Mare Ministero dell’Ambiente