Comunicare il Contemporaneo

Data : 20 novembre 2010

Luogo : Firenze, EX3 - Centro per l’Arte contemporanea, viale Giannotti 81/83/85 dalle ore 10.00 alle ore 15.00

La Fondazione Ermanno Casoli ed Elica partecipano al convegno  Comunicare il Contemporaneo nell’ambito di Florens 2010 - Settimana Internazionale dei Beni Culturali e Ambientali di Firenze

Marcello Smarrelli, direttore artistico della Fondazione Ermanno Casoli, e Deborah Carè, brand marketing manager dell’azienda Elica di Fabriano, sono stati invitati a partecipare al convegno intitolato Comunicare il Contemporaneo, che si svolgerà sabato 20 novembre 2010 a Firenze.

L’iniziativa, aperta al pubblico a ingresso libero, è organizzata da EX3 - Centro per l’Arte contemporanea, in occasione di Florens 2010 - Settimana Internazionale dei Beni Culturali e Ambientali.
Una vetrina molto prestigiosa, che si propone di riunire, con cadenza biennale, i rappresentanti dei governi e delle principali istituzioni culturali del mondo per discutere e definire nuove idee e progetti sui temi dei Beni Culturali e Ambientali quali strumenti chiave di sviluppo economico e benessere sociale.

Il legame tra industria e arte contemporanea è un fenomeno sempre più indagato, che svela come questi due mondi, solo apparentemente distanti, condividano in realtà una filosofia basata sui concetti comuni di innovazione, creatività, visione, proiezione verso il futuro.
Da queste considerazioni è cresciuto l’interesse verso iniziative che vedono coinvolte le due realtà, nel rispetto dell’indipendenza di entrambe, requisito fondamentale perché non sia snaturata la loro identità.
Da alcuni anni la Fondazione Ermanno Casoli ha aperto un dialogo con Elica, soprattutto attraverso attività di formazione che hanno portato l’arte in azienda, dando vita a progetti che sono diventati casi studio. Ecco perché Fondazione ed Elica costituiscono un punto di riferimento sui temi dell’innovazione, della formazione e della responsabilità sociale d’impresa.
Marcello Smarrelli porterà la sua testimonianza sul valore del rapporto tra arte e impresa. Deborah Carè spiegherà le ragioni che hanno spinto l’azienda a scegliere l’arte come leva di sviluppo e strumento di innovazione, che non coinvolge esclusivamente il prodotto, ma investe l’intero modello organizzativo.

Ingresso libero


Per info:
www.florens2010.com
www.ex3.it


Ufficio Stampa Fondazione Ermanno Casoli:
Marta Colombo, mob. +39 340 3442805; ufficiostampa@fondazionecasoli.org