Snack

SALVA

APPENNINO, LA SORGENTE D’ITALIA

Il più grande lago appenninico, il più grande anche dell’Italia peninsulare, è il lago Trasimeno, quasi 13 mila ettari di estensione.

23 Lug 2018 - Redazione

Ogni anno sull’Appennino piovono 173 miliardi di m3 d’acqua. Questa grandissima quantità d’acqua si manifesta nel paesaggio in laghi, sorgenti e fiumi.

Nell’Appennino si trovano 30 mila ettari di bacini, con 3 miliardi di m3 d’acqua. Il più grande lago appenninico, il più grande anche dell’Italia peninsulare, è il lago Trasimeno, quasi 13 mila ettari di estensione. Nell’Appennino si contano 2.414.970 sorgenti: boschi, arbusteti, pascoli e le tante attività agro-silvo-pastorali di questo territorio agiscono come spugne, garantendo (insieme alle caratteristiche del suolo) la costante erogazione delle sorgenti.

Nei primi 20 fiumi italiani per lunghezza figurano 8 fiumi appenninici: Arno, Tevere, Reno, Volturno, Secchia, Ofanto, Ombrone, Liri-Garigliano. Se si somma la lunghezza di tutti i corsi d’acqua appenninici (fiumi, torrenti, ruscelli) si arriva a 53.598 km, molto di più della circonferenza terrestre (40.075 km).

Guarda il video sull’Appennino

[Campagna sull’#Appennino promossa dal Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano e dal Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, monte Falterona e Campigna; realizzata da Symbola e sostenuta dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare]

 

Ricevi storie di qualità nella tua email

Condividi su

Organizzazioni

Componente Ordinario

Continua a leggere

23 Lug 2018

Il tracciato dei cammini storici si sovrappone all’Appennino e ne rivela la centralità culturale che questo territorio ha avuto nel passato.

23 Lug 2018

Poco meno di 9 milioni e mezzo di ettari di superficie (quasi il doppio di quella delle Alpi italiane, maggiore di quella del Portogallo o dell’Ungheria) copre un terzo del territorio nazionale.

Snack

Lungo tutta la dorsale appenninica si staglia un fitto reticolo di luoghi della cultura.

23 Lug 2018

Snack

Un cantiere geologico, con vette che arrivano a sfiorare i 3mila metri (il Corno Grande raggiunte i 2.912 metri), in cui tutti gli elementi ancora mutano e cercano la loro stabilità.

23 Lug 2018